Senza categoria

Lezioni di stregoneria, quella vera!

Possedere un blog che si chiama “The Black Witch” e poi non avere nemmeno un articolo che tratti l’argomento “magia”, lo trovavo a dir poco senza senso. Anche perchè quanti posso dire di sapere cosa sia davvero la magia?



Ciò che per natura conosciamo della magia è legato principalmente a ciò che abbiamo conosciuto dai cartoni animati da piccoli o dai telefilm da adulti, passando anche per i libri. Ma è davvero così? Non proprio.

La magia è molto lontana dall’idea di pozioni che trasformano in rane o da incantesimi che fanno innamorare qualcuno. La magia è una vera e propria arte e conoscerla non significa essere “infedeli” o ancor peggio “eretici”. Sapere cosa sia veramente invece può essere un buon modo per ampliare le proprie conoscenze, perchè anche la giudica male dovrebbe conoscerla.

Sapere può solo poter significare evitare errori e al contempo apprendere qualcosa che, conosciuta meglio, può solo divenire una parte importante del proprio bagaglio culturale e personale.

Ecco perchè ho voluto inaugurare questa sezione che, giocosamente, ho voluto chiamate “Witch Academy”. Perchè proprio come se fosse una scuola di magia e stregoneria, come quelle che abbiamo imparato ad amare attraverso i racconti letterari, potrete trovare lezioni da seguire per apprendere questa arte, ma dall’altra parte affrontarvi a ciò che è REALMENTE la magia.

Iniziamo con il dire che la Wicca, detta anche “vecchia religione” in quanto riferita al paganesimo, è la “religione” che definisce le streghe moderne.
Personalmente mi piace vederla come un percorso spirituale che può accrescere la conoscenza personale di sè senza per questo dover rinnegare la propria fede (e ve lo dice una cristiana assai credente). Dunque potete praticare la stregoneria senza essere necessariamente Wiccan, ma conoscere la Wicca è comunque un approfondimento interessante nell’arte magica.



La magia è assai lontana da bestie di Satana e affini, chi pratica quelle oscenità e quegli orrori va contro non solo alla morale, ma alla magia stessa.

Infatti la legge più importante di tale disciplina, definitiva la “Legge della Rede”, spiega proprio nel dettaglio che cosa vuol dire praticare la magia e le nozioni che bisogna tenere bene a mente prima di intraprendere questo percorso.

Essa si basa principalmente sulla regola del tre. Un po’ come una regola di vita dice che si è liberi di fare tutto ciò che si vuole a condizione che le azioni di ogni singola persona non causano danni alle altre. Ergo per cui nella Wicca è esplicitamente spiegato che non bisogna creare sofferenze o disequilibrio nella vita delle persone e tanto meno in quella della natura perchè ogni azione negativa torna al mittente triplicata. Al contrario se si agisce nel bene ogni azione positiva torna indietro benedetta per tre volte.
Ecco perchè bisogna diffidare da chi da un prezzo alla magia chiedendo soldi in cambio di lettura dei tarocchi o chissà quale altra truffa. Per la legge della compensazione universale tali individui prima o poi verranno puniti.

La magia non è altro che una disciplina che si avvale dell’osservazione del mondo naturale per carpire i meccanismi e attraverso gli stessi raggiungere i propri fini con l’applicazione delle nozioni imparate.

La magia è dunque neutrale, nè bianca nè nera. Come la scienza è una scelta dell’operatore se applicarla nel modo giusto oppure sbagliato. E’ il libero arbitrio dell’essere umano.

Al contrario di quanto si pensa la magia non è blasfema e non prende in giro le altre confessioni religiose. Anzi ne studia gli assiomi. Basta pensare a Mosè o a Gesù e alle loro gesta, perchè che si vogliano chiamare miracoli o magie, è solo una questione di termini.
La magia non comporta la negazione della divinità del proprio credo religioso, ma anzi ne approfondisce il significato.



Io mi considero una cristiana migliore e più credete proprio da quando ho iniziato a conoscere ed approfondire la stregoneria.

La magia crea soggezione in chi non la conosce per via della disinformazione e il pregiudizio. Ecco perchè con questa mia rubrica e le lezioni che pubblicherò spero di poter creare, quanto meno, informazione su un campo ancora troppo poco esplorato e conosciuto. Smontare, articolo per articolo, tutti i dogmi e le paure che esistono riferiti a questa arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.