Viaggiare green nella città verde per eccellenza, Ljubljana

Viaggiare green , sogno o realtà? Con l’adozione di piccole misure pratiche, si può fare molto per essere buoni viaggiatori e ridurre l’impatto ambientale delle nostre vacanze. Si tratta solo di iniziare a fare le scelte giuste.
Scopri gli altri articoli della rubrica Travel qui.

Il decalogo del buon viaggiatore

Essere informati e scegliere con cura è il primo passo per essere consumatori responsabili, anche quando si viaggia.
Il decalogo del “buon viaggiatore” segue i principi di giustizia sociale ed economica , rispettando sia l’ambiente che le culture visitate. Ecco alcune semplici regole da seguire:
rispetta le diverse culture cercando di adattarti ai costumi e alle tradizioni del luogo. Oltre che alle sue regole;
non sfoggiare abiti in contrasto con il tenore di vita e i culti religiosi del luogo;
gestisci le relazioni in modo libero da pregiudizi , ma informandoti sulla storia e sulla cultura;
scegli trasporti locali , alloggi, guide, artigianato e cucina per alimentare l’economia locale ;
non sporcare o danneggiare l’ambiente e gli animali ;
non acquistare mai prodotti realizzati con animali e piante in via di estinzione ;
risparmia acqua ed energia anche quando viaggi per non abusare delle risposte del pianeta.

Cose vi viaggia green?

Voli: puoi calcolare le emissioni dei tuoi viaggi aerei con molti strumenti online. Compagnie come British Airways o Air France, ad esempio, sui voli nazionali offrono un risarcimento per le emissioni dei voli con un piccolo aumento del prezzo del biglietto.
Treno: o autobus: sono la miglior scelta per un viaggio a basso impatto ambientale.
Muoversi con bagaglio leggero è utile anche per ridurre l’impronta ecologica. E quando sei di stanza in un posto, quelli con le gambe buone possono trarre vantaggio dai loro piedi o dalla bicicletta.

Parlando di viaggi sostenibili e ecologici, è d’obbligo menzionare la città che fa di questi valori i suoi pilastri: Lubiana . Una città sicura, ordinata e pulita che guarda al futuro.
Con poco meno di trecentomila abitanti, è la capitale della Slovenia ed è la più grande città dello stato, si definisce una “città verde” per i suoi standard ecologici estremamente elevati.
La città offre taxi elettrici, pedonalizzazione totale del centro città, riduzione dell’inquinamento acustico, turismo sostenibile e gradualmente anche autosufficienza locale delle risorse per un consumo responsabile delle fonti d’acqua.

Informazioni utili

La città non è molto grande e il centro storico si gira comodamente in un giorno, tuttavia i ritmi lenti e artistici della città ti invitano a viverla con la stessa calma e coinvolgimento dei suoi abitanti. Concedersi due o tre giorni per viverla, così come scoprirla, è il vero segreto per apprezzarla appieno.
Da visitare assolutamente:
– Cattedrale di San Nicola
– Chiesa francescana dell’Annunciazione
– Castello di Lubiana
– Triplo ponte
– Ponte dei draghi
– Tivoli Park
Esperienze imperdibili:
– Union Pivnica
– Museo dell’illusione
– Giro in barca sul fiume (imbattibile al tramonto)
Per essere sicuri di non perdere tutte le principali attrazioni della città, è molto utile acquistare la Ljubljana Card che ti garantirà sconti e accesso a prezzi ridotti. Fai clic qui per ulteriori informazioni.

Info Point

Sogni d’oro: BriGHT&Designed Apartment è la sistemazione ideale per non usare mai la macchina. Con un parcheggio privato ed a pochi metri dal centro, l’unico mezzo di trasporto di cui avrai bisogno sono le tue gambe. Offre tutti i servizi essenziali oltre a wi-fi, tv sat e riscaldamento. (€ 80 per notte).
Prenota qui ed approfitta di 34 € di sconto.

Deliziose prelibatezze: Strano, ma vero, ma il posto migliore dove mangiare nel centro è al Tokyo Piknik . Ristorante Fusion che offre cucina giapponese (così buona che tutti i turisti orientali si fermano a mangiare qui) e allo stesso tempo deliziosi hamburger gourmet. Menzione d’onore al ramen proposto, uno migliore dell’altro. E ai dolci francesi, superfini. (Cankarjevo nabrežje, Ljubljana, Slovenia)

Il seguente articolo è riferito ad un viaggio compiuto antecedentemente all’emergenza Coronavirus. Si prefigge ad essere solo a scopo informativo per il futuro. #iorestoacasa

16 thoughts on “Viaggiare green nella città verde per eccellenza, Ljubljana

  1. Bisogna sempre accettare e rispettare la cultura e le regole del paese che ci sta ospitando durante la nostra vacanza! Deve essere molto bella Lubiana, non ci sono mai stata, ma se un giorno dovessi visitarla terrò presente questo articolo

  2. A dirla tutta non ho mai sentito nominare questa città e tantomeno sono mai stata in Slovenia, ma credo che a volte partiamo con alcuni pregiudizi perdendoci le meraviglie che possono regalarci alcuni luoghi

  3. Mi piace che hai dato risalto all’importanza del viaggio green e sostenibile! Questo è un argomento che viene troppo spesso sottovalutato ma vedo che sempre più persone iniziano a fare attenzione a questo aspetto!

  4. Mi piace la tua idea di viaggio green e la rispetto anche io il più possibile quando viaggio…lo dovrebbero fare tutti.

  5. Adoro Lubiana e ci vado anche molto spesso, essendo a 200 chilometri da casa mia e la toccata e fuga per una notte di quando non posso allontanarmi troppo e poi ha un sacco di ottimi ristoranti. In tutta l’area centrale si va rigorosamente a piedi!

  6. Ho visitato Lubiana quasi per caso, una sosta nel viaggio per le terme slovene che ho adorato. Che dire, una città unica, mi ha trasmesso tranquillità, serenità. Una città verde, ricca di sorrisi. Davvero da visitare e rispettare!

  7. Trovo i tuoi consigli davvero utili sopratutto per chi si approccia al mondo dei viaggi da poco. Io li seguo già da un bel po’ di tempo. Lubiana non l’ho mai vista quindi ho trovato utili informazione come i taxi elettrici che non sapevo esistessero!

  8. Adoro i contenuti sui viaggi green, sono un focus che anche io seguo ormai da un po’ quindi siamo colleghe di viaggi sostenibili! Perchè quest’estate non vieni nel Salento al Lost In nature festival? Del tutto sicuro e adatto a viaggiatrici come te (e ci vedremmo lì)

  9. Adoro! Viaggiare green cosa significa? Per me semplicemente far sì che la mia presenza impatti il meno possibile nel posto che visito.
    Adoro tutti i consigli che hai dato e credo che tutti dovremo metterli in pratica sempre ricordandoci che siamo ospiti di questi luoghi come di questa terra che richiede tutto il nostro rispetto. In fondo cosa ci vuole a portarsi dietro una borraccia nelle grandi città, evitare minigonne nei paesi mussulmani e prediligere di fare qualche metro di più a piedi?
    Lubiana poi è bellissima, ho un’attrazione per la Slovenia da tantissimi anni, complici le splendide montagne che ci sono e la natura rigogliosa che abita queste terre. Ogni anno infatti per me un giro è quasi obbligatorio.
    Ricordo che la cosa che mi ha colpita di più la prima volta è stata che Lubiana fosse così culturalmente stratificata. Ne ho scritto un articolo in merito assegnando ai principali monumenti un genere musicale che mi sembrava risuonasse in quel posto https://www.bagaglioleggero.it/cosa-vedere-a-lubiana/.
    Mi manca il ristorante giapponese che nomini, ma l’ho già messo in lista per la prossima volta!
    In cambio ti consiglio un ristorante libanese davvero speciale: Libanonske Meze (in centro anch’esso).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »