Lifestyle

Tavola per le feste? Ecco i consigli per non sbagliare!

Con le feste ormai a bussarci alla porta sapere come apparecchiare è fondamentale, ancor più quando ci troviamo di fronte ad amici e parenti. La cosa più importante da ricordare è ovviamente di rendere off limits i cellulari e apprezzare chi abbiamo di fronte, rispettare le tradizioni almeno nelle occasioni speciali e offrire buon cibi made in Italy.




Se si vuole stupire bisogna farlo con la ricercatezza e non la stravaganza e a tavola niente regali, questi si scambiano prima o dopo. Attenti poi agli amici quattro zampe per loro le feste sono uno stress, evitate di incrementarlo con botti e confusione. E niente addobbi o cappellini per renderli ridicoli. Sempre onore ai nonni, sono il regalo più bello per Natale e per chi come me non li ha più li porta nel cuore e voi che li avete invece a loro il posto più importante. Evitate poi discorsi sul denaro, malattie, problemi personali, almeno in questa circostanza siate felice. La puntualità poi è sovrana, non sono ammessi ritardi e tanto meno a Natale e cosa più importante quando siete a tavola evitate di alzarvi: rilassatevi e lasciatevi travolgere dall’atmosfera.

588dbc554c91cb06070a6c102ffc4ada.jpg

Questo è solo l’incipit e la mentalità in cui dovete immergervi per godervi appieno le feste, poi vengono i consigli e le regole per non sfigurare. Di seguito 10 chicche del fondatore dell’Accademia Italiana di Galateo, Samuele Briatore, per apparecchiare la tavola in maniera perfetta!

1. IL CENTROTAVOLA: è una decorazione, non un catafalco. Dev’essere discreto, non di intralcio. Attenti all’altezza, spesso i centrotavola ostacolano le conversazioni. Inoltre, attenti ai profumi, evitate composizioni di pino e candele profumate. Il cibo è la cosa più importante e rischierebbe di passare in secondo piano.

2. LA TAVOLA: semplice, ma curata. Preferite una tavola bianca, magari con qualche ricamo, a vistose tovaglie “natalizie”. Evitate di cospargere la tavola con lustrini, aghi di pino, pigne. Una stiratura perfetta è più che sufficiente.




3. I SEGNAPOSTI: simpatici, ma non obbligatori. Se non avete una famiglia numerosa, risulterebbero inutili. Ricordatevi inoltre che devono aiutare, non creare scompiglio.

4. IL PIATTINO DEL PANE: un particolare per la vostra tavola da aggiungere a sinistra della forchetta.

5. PIATTI & BICCHIERE: solo quelli necessari. Non esagerate. Niente “pile”, tipo sottopiatti, piano, fondo, da antipasto… Meglio un solo sottopiatto e il cambio dei piatti a mano a mano.

tavola_natale_3.jpg

6. COLORI & DECORI: niente eccessi di colori ed eccentricità. Una tavola può avere richiami natalizi delicati e discreti. Bianco, argento oppure oro sono i colori vincenti.

7. LE PORTATE: poche alla volta. L’abbondanza fa parte della tradizione italiana, ma meglio evitare di sommergere la tavola di cibo. Aspettate di completare un piatto prima di portarne altri cinque. Per comodità, e non rendere un campo minato la vostra tavola, potete prevedere l’utilizzo di un carrellino.




8. LA SALIERA: il galateo non prevede l’utilizzo di sale e pepe nelle tavole, il vostro cibo sarà perfetto e nessuno avrà bisogno di modificarne il gusto.

9. IL CAFFE’: quando sarà servito, in salotto, accompagnatelo con piccolissimi biscotti secchi, confetti, chicchi di caffè ricoperti di cioccolata, canditi.

10. I TOVAGLIOLI: rigorosamente di stoffa e in pendant con la tovaglia.

2.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *