• Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 2×09

    Present #2018: Hamilton Trasparenza assoluta. Era ciò che avevo chiesto ad Haytham tempo addietro, tra quelle stesse mura. Non ero tanto ingenuo da credere ciecamente avrebbe mantenuto la parola, tuttavia. Niente di personale, davvero ; dubitare di chiunque era insito in me, tanto quanto il notare dettagli all’apparenza insignificanti ed esaminarli attentamente. C’era qualcosa, in quella villa, qualcosa alla quale non ero ancora riuscito a dare un nome — era più una sensazione, in realtà, la mia, per il momento priva di prove concrete, ma sarei stato ben attento, pronto a cogliere il minimo segnale sospetto, fuori posto, la più sottile crepa nel muro di segreti di Haytham Kenway. Perchè…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 2×04

    Flashback #1949: London, Bruxelles Los Angeles, Rome LONDON Nel corso degli anni avevo imparato a non considerare nessuna missione come completamente priva di pericoli, neppure una che sulla carta sarebbe dovuta esserlo, dunque non mi rilassai nel trovare tutto il materiale previsto esattamente dove comunicato, ovvero all’interno di un magazzino nella periferia del Cairo. Rimasi vigile e attento, mentre ogni scatola presente veniva controllata e i manufatti venivano catalogati e sigillati in casse apposite, pronti per essere trasferiti e portati a Roma. Ophelia non mi aveva rivelato il nome della fonte dalla quale era provenuta l’informazione e, benchè non avessi voluto, era stato più forte di me cogliere la sensazione…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×17 – SEASON FINALE 3/3

    PRESENT DAY #2018: HAMILTON 2 MESI DOPO Il profumo di fiori proveniente dall’esterno della Loggia inondava la stanza, e a soli tre mesi dopo la battaglia il sole sembrava essere tornato a splendere. Feci appena in tempo ad impacchettare l’ultima missiva della giornata e riporla nel cassetto della mia scrivania, che un leggero bussare alla porta mi distolse dalle mie occupazioni. «Atlas, lo sai che puoi entrare senza bussare.» Esclamai divertito, e quello che al primo sguardo poteva sembrare un nanetto da giardino fece capolino da dietro l’alto uscio scuro. Gli andai incontro, sorridendo, e lo presi per mano. «Ho finito le occupazioni per questa mattina, per oggi sono tutto…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×17 – SEASON FINALE 2/3

    PRESENT DAY #2017: HAMILTON Se probabilmente per i miei compagni la possessione dei Celestiali appariva come una tremenda condanna, io seppur odiassi l’idea di venir usato e di essere per di più al giogo di un’essenza che ripugnavo non potevo dire di non condividere con quell’essere la stessa mancanza di fiducia nei confronti delle Guerriere. Arishem Il Giudice era il capo sul campo della Quarta Coorte e potevo nettamente percepire il suo profondo senso di giustizia e di parzialità che muoveva ogni suo gesto. La colpa che imputava alla Duchessa di Marte era di essersi presa dei meriti che non le spettavano. Come poteva chi si vantava di essere una…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×16

    PRESENT DAY #2017: HAMILTON Quella di tornare alla Loggia — e di farlo con Ares, oltretutto — era stata una decisione rischiosa da prendere, ma non potevo negare attendere ulteriormente sarebbe stato altrettanto pericoloso, a quel punto. Ero stanco di nascondermi alla stregua di un traditore, di aspettare nell’ombra, quando invece quella strega di Eris continuava ad avvelenare la mente di Haytham, legandolo sempre di più a sè, annebbiando il suo giudizio e corrompendolo. Avevo provato a fare quanto mi aveva detto, a confidare nel fatto che, prima o poi, mi avrebbe fornito tutte le spiegazioni necessarie, che avrebbe smesso di tenermi all’oscuro dei suoi reali piani — ritenevo di…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×13

    PRESENT DAY #2017: HAMILTON Un’elegante fiamma arancione danzò di fronte ai miei occhi. Sprigionò la sua forza, di chi vuole rompere la gabbia in cui si trova e vuole fuggire e poi tornò inerme a nascondersi nel frammento che la conteneva. Il frammento dell’Anima, arancione, era per ora quello in mano ai Templari e io mi ero preoccupata di incantare la teca in cui Haytham l’aveva posta  affinché non fuggisse. “Oh Nemesi… devi davvero essere furiosa per essere stata divisa mh?” chiesi accarezzando il vetro freddo, le mie iridi incantatrici fisse sui due frammenti. “Ma non è con me che devi prendertela, è stata la tua cara Selene a farlo……

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×10

    Present Day #2017: New York “La questione non era “trovare i Frutti dell’Eden” ed impedire che il Caos in persona aiutasse i Templari?” “Lo era prima che Nemesis tornasse libera nel mondo… I frammenti sono persi Altair e se non mi credi controlla tu stesso…” Era questo lo scambio di battute che era avvenuto tra i due massimi esponenti di Assassini e Guerriere, i loro leader in capo, i loro punti di riferimento. Dal canto suo Altair era confuso, come sempre lo era stato nelle questioni concernenti le loro alleate, seppur mai si era tirato indietro dal suo dovere, quanto dall’altra Selene si sentiva stretta in una morsa che non…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×07

    Present Day #2017: Hamilton Trecento anni erano passati da quella fredda notte a New York in cui tutto ciò che tanto pazientemente avevo desiderato mi era stato portato via in un alito di vento… Avevo dato il mio triste addio ad Haytham pronta per scivolare nel mio lungo sonno certa che non ci sarebbe stato lui ad attendermi… Le Erinni con la loro forza avevano fatto del mio corpo fumo nero che trasportato in un luogo lontano, li dove avevo avuto vita, avevano vegliato sul mio sonno. Forse se il colpo inferto non sarebbe stato da parte delle Guerriere non mi avrebbe mai costretto a un tempo di ripresa così…

  • Moonlight's Creed (Original Series)

    Episodio 1×05

    Flashback #1758: New York Erano millenni che non sentivo più parlare del Cristallo d’Argento, ed ora scoprivo che era in possesso di un essere insignificante come Midar. Come poteva quell’inutile scimmia esserne il nuovo proprietario? Non aveva senso e soprattutto chi aveva osato consegnargli ciò che era mio? Nemmeno quando avevo distrutto l’Impero Galattico e le 8 Colonie ero riuscita ad ottenerlo, non quando la Famiglia Reale Lunare nell’ultimo atto prima della loro morte si erano impegnati a nasconderlo e impedire che ne entrassi in possesso. E ora cosa scoprivo? Che era su quella roccia chiamata Terra ed era in mano di una persona che ne disconosceva il potere infinito.…