Lifestyle & Entertainment

Odisseo- La forza dell’amore

Il libro di cui voglio parlarvi oggi è: “Odisseo La forza dell’Amore”. Pubblicato dalla Genesis Publishing il 5 Maggio scorso, quest’opera fa parte della collana “In Tempo” che racchiude in sé quei romanzi con profondi accenni storici, ma il genere dell’opera rientra nell’ambito Fantastico – Mitologico.

L’autore del libro è Leonardo Marini, un giovane ragazzo di Tivoli, vicino a Roma, e prossimo alla maturità. Leonardo è un artista nell’anima, appassionato di pittura, musica e soprattutto scrittura che coltiva il suo talento fra una partita di calcio e una verifica a scuola, portando così alla luce la sua prima opera. “Odisseo La forza dell’Amore” è un romanzo di 157 pagine che gioca volutamente con la mitologia mischiando diversi fra i racconti più famosi in una trama inaspettata e del tutto nuova. Nel libro infatti, Odisseo è uno dei giovani tributi ateniesi costretti ad essere gettati in pasto all’orrendo mostro di Creta, il Minotauro. Fra amicizie, cospirazioni, tradimenti e inganni, il ragazzo più intelligente dell’antica Grecia dovrà trovare il modo di sopravvivere, ma non senza qualche sacrificio. All’inizio della sua opera l’autore chiede ai suoi lettori di dargli fiducia riguardo al riadattamento mitologico e storico da lui creato e, per accogliere la sua richiesta, diventa necessario accantonare le proprie conoscenze in materia di letteratura antica. Cavalcando l’onda di ben più famosi filoni che uniscono giovani protagonisti a miti antichissimi, come le celeberrime opere di Rick Riordan il ragazzo si getta in un territorio assai arduo nel quale competere e la sua trama fatica ad affascinare il lettore al medesimo modo. Sempre nell’introduzione, l’autore ci informa anche riguardo allo stile di scrittura scelto, dicendo che sarebbe stato moderno e giovane per adattarlo all’età dei protagonisti (neanche maggiorenni) nonostante l’ambientazione antica. Questo crea in chi legge una determinata aspettativa che viene purtroppo disattesa già nelle prime righe del primo capitolo in cui ci si trova ad affrontare frasi forzatamente auliche. A causa della differenza fra la premessa e il libro stesso, chi si cimenta nella lettura potrebbe partire maldisposto nei confronti dell’opera stessa. Da un ragazzo giovane, che fornisce oltretutto questo tipo di introduzione, ci si aspetta uno stile fluido, scorrevole e moderno, mentre qui si incappa in tutt’altro. Essendo scritto in prima persona, il libro è ovviamente pieno di riflessioni personali del protagonista, ma queste spesso non sono determinanti ai fini della trama. La storia presenta un ritmo lento che sarebbe potuto essere arricchito di ulteriori scene d’azione accattivanti, coinvolgenti colpi di scena o scene di sviluppo dei personaggi. Questi infatti non sono stati sufficientemente sviluppati né dal punto di vista fisico né da quello caratteriale. Il personaggio di cui si percepisce maggiormente la mancanza di corpo è purtroppo Odisseo, il protagonista. Egli viene descritto come un ragazzo poco atletico, estremamente emotivo e scarsamente sicuro di sé in forte contrapposizione con quello che è l’Odisseo conosciuto da più, ma possiamo ipotizzare che si tratti di una scelta di trama. In conclusione, il libro mostra la giovane età del proprio autore attraverso alcuni errori, pur avendo un discreto potenziale di fondo. Personalmente ritengo che l’idea sarebbe risultata migliore se la stessa storia avesse avuto un qualsiasi altro ragazzo ateniese come protagonista piuttosto che una nota figura mitologica; questo avrebbe reso l’opera più personale e più facilmente apprezzabile dal pubblico. Auguro a questo giovane ragazzo di sviluppare sempre di più un proprio stile e di crescere come artista.

Se volete acquistare il libro potete farlo qui:
Ebook: 3,99 €
Cartaceo: 10,60 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.