Lifestyle & Entertainment

Lesbo Portraits: Martha Carey Thomas

🇮🇹Martha Carey Thomas nasce a Baltimora nel 1857 da una famiglia di quaccheri ed è la maggiore di dieci figli. Impara a leggere in tenera età, adora lo sport ed eccelle a scuola tanto da divenire rapidamente determinata ad ottenere lo stesso tipo di educazione che ricevono i suoi fratelli. Il suo sogno è entrare alla Cornell University e con fatica e determinazione ci riesce, ottenendo la laurea breve nel 1877. La sua ambizione è però di concludere gli studi, frequentare gli ultimi due anni ed ottenere la laurea e così nell’autunno dello stesso anno si rivolge alla Hopkins alla quale viene ammessa tra mille critiche in quanto all’epoca era proibito per una donna ottenere una specializzazione. Martha diventa così la prima donna a frequentare un corso di laurea, ma ben presto il suo entusiasmo viene spento in quanto le viene proibito frequentare le lezioni. Si ritira un anno dopo, decisa più che mai a concludere il suo percorso formativo.




🇬🇧Martha Carey Thomas was born in Baltimore in 1857 from a family of Quakers and is the eldest of ten children. She learns to read at an early age, loves sports and excels at school, so that he quickly becomes determined to get the same kind of education that her brothers receive. Her dream is to enter Cornell University and with difficulty and determination she succeeds, obtaining a bachelor’s degree in 1877. Her ambition is, however, to finish her studies, attend the last two years and obtain her degree and so in the autumn of the same year she applies to Hopkins who is admitted with a thousand criticisms because at that time it was forbidden for a woman to obtain a specialization. Martha becomes the first woman to attend a degree course, but soon her enthusiasm is turned off because she is forbidden to attend classes. She retires a year later, determined more than ever to complete her course of study.

femminismo

🇮🇹L’esperienza europea e l’ottenimento della laurea

Il desiderio ardente di Martha di continuare gli studi e laureasi la portano fino in Germania dove si iscrive ad un corso di laurea in filologia presso l’Università di Lipsia dove tuttavia sorge un nuovo ostacolo: l’università non conferisce diplomi avanzati alle donne. Questo non ferma Martha che senza indugiare oltre si trasferisce all’Università di Zurigo dove finalmente nel 1882 ottiene il suo dottorato summa cum laude.
Durante il suo soggiorno in Europa, Martha apprende che il college femminile di Bryn Mawr, in Pennsylvania, è in cerca di un nuovo preside e senza indugiare oltre scrive agli amministratori della scuola chiedendone la cattedra.




🇬🇧The European experience and obtaining the degree

Martha’s ardent desire to continue her studies and graduates took her to Germany where she enrolled in a degree course in philology at the University of Leipzig, where however a new obstacle arises: the university doesn’t award advanced diplomas to women. This doesn’t stop Martha who, without delay, moved to the University of Zurich, where she finally obtained her doctorate summa cum laude in 1882.
During her stay in Europe, Martha learns that the female college of Bryn Mawr, Pennsylvania, is looking for a new principal and without lingering over writes to the school administrators asking for the chair.

minoranze etniche

🇮🇹La presidenza a Bryn Mawr e l’educazione alle donne

La richiesta di Martha per la presidenza di Bryn Mawr viene scartata a favore di quella avanzata da un uomo, ma lei non si da per vinta rendendosi comunque indispensabile per il college fintanto nel 1894 riesce ad ottenere la presidenza che lascerà solo nel 1922.
Durante il suo mandato come preside Martha si concentra sul mantenimento di elevati standard di ammissione e rigore accademico combattendo per la laicizzazione del college. I suoi sforzi si concentrano nell’offrire un livello di istruzione universitaria per le donne che potesse competere con quello che veniva dato agli uomini. Divenne anche la prima presidente della National College Women’s Equal Suffrage League ed era un’esponente attiva dei movimenti femministi e suffragisti.

Negli anni a Bryn Mawr, Martha viveva in un cottage denominato “Deanery”, messo a disposizione come alloggio dalla facoltà. Condivise la casa prima con l’amica di lunga data Mamie Gwin, che insegnava letteratura al college, e dopo il suo matrimonio nel 1904 con Mary E. Garrett. Helen Howowitz, autrice di una biografia sulla Thomas, ha sottolineato in un’intervista come sia difficile classificare Martha Carey Thomas come lesbica in quanto tale etichetta nasce solo nel tardo XX  e XXI secolo e che è inadeguata per rappresentare realtà sociali passate.
La determinazione di Martha Carey Thomas nel voler completare gli studi ed offrire lo stesso livello di educazione per le donne è un aspetto lusinghiero della sua vita, che tuttavia non mette in ombra aspetti ben più sgradevoli della sua personalità come una visione apertamente razzista ed antisemita nel confronto delle minoranze etniche perchè è vero che combatteva per il suffragio universale e per le donne, ma solo se bianche.




🇬🇧Bryn Mawr’s presidency and women’s education

Martha’s request for the presidency of Bryn Mawr is discarded in favor of the one advanced by a man, but she doesn’t give up and still becomes indispensable for college until 1894 manages to get the presidency that will leave only in 1922.
During her tenure as Principal Martha focuses on maintaining high standards of admission and academic rigor by fighting for the secularization of the college. Her efforts are focused on offering a level of university education for women that could compete with what was given to men. She also became the first president of the National College Women’s Equal Suffrage League and was an active exponent of feminist and suffragist movements.

Over the years at Bryn Mawr, Martha lived in a cottage called “Deanery”, made available as accommodation by the faculty. She shared the house first with her longtime friend Mamie Gwin, who taught literature in college, and after her marriage in 1904 with Mary E. Garrett. Helen Howowitz, author of a biography on Thomas, underlined in an interview how difficult it’s to classify Martha Carey Thomas as a lesbian because this label was born only in the late XX century and XXI century and is inadequate to represent past social realities.
The determination of Martha Carey Thomas to complete her studies and offer the same level of education for women is a flattering aspect of her life, which however doesn’t overshadow far more unpleasant aspects of her personality as an openly racist and anti-semitic vision in the confrontation of ethnic minorities because it’s true that it fought for universal suffrage and for women, but only if they were white.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.