Lifestyle

L’educazione nella scuola giapponese

Chi mi segue da un po’ ormai sa quanto sia una persona che tenga a uno stile di vita sano quanto a tutto quello che può ispirarci ad avere una vita migliore, dunque quando ho letto questa notizia sull’educazione impartita agli studenti nelle scuole giapponesi sono rimasta piacevolmente impressionata.

Il sistema educativo in Giappone è molto differente da quello del mondo occidentale e tutto inizia fin dalle elementari ove i bambini vanno a scuola da soli.

Nella scuola poi si considera una materia, della durata di 45 minuti, il pranzo nel quale gli studenti coltivano le verdure e la frutta che consumano.

“Esistono cinque cuochi che preparano il pranzo in tre ore per una cifra approssimativa di 600 alunni, che mangiano nel refettorio non prima di aver pulito il proprio tavolo, essersi lavati le mani e tirato fuori il proprio coperto e piatti che si portano da casa”.

Gli alunni stessi distribuiscono il mangiare e quello che avanza viene ripartito tra quelli che hanno ancora fare, mentre altri bambini portano via i piatti da lavare.

Il cartone del latte che bevono è lavato e buttato in contenitori per poi riciclarlo, mentre gli studenti occupano venti muniti della giornata per pulire l’intera scuola.

Dai più piccoli ai più grandi tutti aiutano a pulire tutto, per poi dopo proseguire con le proprie lezioni, dopo aver imparato a lavorare in gruppo e rispettare il lavoro gli uni degli altri.

In un paese in cui consideriamo lavoro minorile farci aiutare da un bambino per cucina o pulire, cosa che trovo assurda, dovremmo prendere ispirazione da scuole di questo tipo non troppo lontane dal metodo Montessori che ho sempre trovato affascinate. Insegnare fin da piccoli il valore del lavoro e del rispetto aiutano indubbiamente ad essere adulti migliori, più responsabili ed educati e questo non può che non giovare poi su tutta la società in ogni suo aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *