I Wu Xing

Grimoire

Divisore

Ricorda: l’Adepta sei tu…

«Maestro, aspetto il vostro arrivo da oltre un’ora…» L’adepta si lamenta ma con voce timorosa, spesso è impulsiva ma sa che ci sono limiti che non può oltrepassare, anche se li scopre ogni volta sulla propria pelle.
«Ottimo, immagino che avrai fatto buon uso di questo prezioso tempo.» Il Maestro la guarda con i suoi occhi arguti e penetranti, mentre si liscia la barba argentea. Non è lunga come quella di Mago Merlino, assomiglia molto di più a quella di un saggio filosofo. Si siede su uno scranno e accavalla le gambe con un movimento fluido. È in attesa di una risposta.
L’adepta tentenna, in cerca delle parole giuste per far fronte a quell’ennesima prova.
«In effetti, ho sbirciato nel vostro manuale e ho visto che oggi c’è un argomento interessante di cui volete parlarmi. Per questa ragione ero così impaziente!»
E un sorriso birichino spunta su un volto giovane, levigato come porcellana, ma screziato da una folta costellazione di lentiggini sul naso.

Mago Merlino

Photo by ©Jonathan Francisca

Il Maestro la fissa con intensità, prima di abbandonarsi a un’espressione divertita, e per quei lunghi seri attimi, l’adepta quasi non respira… perciò non è facile nascondere il profondo sospiro di sollievo quando scopre di aver suscitato ilarità, o qualcosa che vi si avvicina un po’.
«Bene, allora? Di cosa discuteremo oggi?»
«I cinque elementi, o fasi, o agenti… detti anche Wu Xing!»
«Impressionante! E poi…»
«Uhm… non sono riuscita a leggere oltre…» La risata del Maestro esce spontanea, anche se contenuta. Come tutti i suoi gesti e parole, sono sempre misurati.
«Allora sarà il caso che iniziamo la lezione…» L’adepta si siede su una sedia, appoggiandosi con il taccuino di pelle – dove prende i suoi amati appunti – sul tavolaccio ingombro di ampolle, alambicchi e strumenti di vario genere. Si fa un poco di spazio e inizia a scrivere…

Wu Xing

Photo by ©Aaron Burden

«La Teoria dei Cinque Elementi è molto antica e postula che le relazioni tra i fenomeni dell’universo possono essere ricondotti a cinque entità simboliche, quella del legno, del fuoco, della terra, del metallo, dell’acqua…»
«E l’aria?!» interrompe d’istinto l’allieva, come d’abitudine. Poi, si morde, la lingua consapevole della sua gaffe.
«Non confonderti con i Quattro Elementi, sono cose ben diverse. Qui, non parliamo di elementi materiali, ma simbolici ed essenziali. Rappresentano i cinque emblemi, che costituiscono la base di un sistema complesso di corrispondenze che governa il macro e il microcosmo…»Lo sguardo perso dell’adepta è eloquente, non sembra capirci molto.
«Va bene, facciamo un passo indietro. Tieni presente che questi Cinque Elementi sono legati tra loro da due processi, uno di generazione e uno di sottomissione o controllo…» Il Maestro alza una mano per bloccare l’ennesima interruzione.

Yin & Yang

Photo by ©Patrick Perkins

«Ascolta col cuore e ragiona con la mente. Immagina tutti questi elementi interagire gli uni con gli altri, dando vita a un equilibrio perfetto. Il Legno alimenta il fuoco e fa parte della Terra; il Fuoco brucia il Legno e scioglie il Metallo; la Terra spegne il Fuoco e assorbe l’Acqua; il Metallo rompe la Terra – da cui viene estratto – e taglia il Legno; l’Acqua arrugginisce il Metallo e…»
«Spegne il Fuoco!» completa l’adepta entusiasta.
«Proprio così, vedi come tutto è logico ed equilibrato?» Il Maestro legge tante domande negli occhi della sua allieva, così la incoraggia a esprimerle a voce alta con un’occhiata eloquente.
«Maestro, voi avete detto che non si riferiscono a elementi materiali, quindi tutta questa rappresentazione ciclica è ideale, vero?» chiede con espressione concentrata.
«Esatto. Ogni elemento, infatti, può essere associato ad altri diversi ambiti. Il Legno, per esempio, si ricollega alla Primavera, all’Est, al pianeta Giove, al colore verde e al verbo “generare”…»

I 5 Elementi

Photo by ©Diane Picchiottino

La penna dell’adepta corre veloce tra le righe e si blocca qualche istante dopo la pausa fatta dal Maestro. La giovane alza il viso e lo osserva bene.
«Allora? Gli altri? Hanno tutti una corrispondenza?» I suoi occhi brillano a causa della sua sete di conoscenza. Il Maestro annuisce soddisfatto, prima di continuare…
«Il Fuoco si ricollega all’Estate, al Sud, al colore rosso, al verbo “espandere”.»
«Manca il pianeta! Non sarà mica Marte?!» Il sorriso enigmatico del Maestro si amplia ulteriormente. L’adepta comprende che era l’ennesima prova per saggiare la sua attenzione e prova a lanciare un’occhiata offesa, ma resiste molto poco perché la curiosità è più forte dell’orgoglio.
«La Terra si ricollega al cambio delle stagioni, al pianeta Saturno, al colore giallo, al verbo “stabilizzare”…» Altra pausa interrogativa.
«Il punto cardinale è…?»
«Rifletti…!»
«Non c’è! La Terra è il Centro!»
«Bene così e continuiamo…»

scuola di magia

Photo by ©Svetlana Sinitsyna

Questa volta è l’adepta a dimostrare soddisfazione, anche se non dimentica mai di essere umile. L’umiltà è la virtù essenziale di ogni Iniziato. «Il Metallo si ricollega all’Autunno, all’Ovest, al pianeta Venere, al colore bianco, al verbo “assumere”. E infine, c’è l’Acqua… vuoi provare a scoprire le corrispondenze? Ora dovrebbe essere più semplice.» L’adepta non si tira mai indietro, anche se le capita di sbagliare, sa che anche una caduta rappresenta un passo importante per la sua evoluzione. Così, fa segno di sì col capo e inizia a riflettere…
«Allora, l’Acqua si ricollega all’Inverno, al Nord, al colore nero, al pianeta… Mercurio? E il verbo… questo è difficile…»
«”Conservare” e il resto è esatto!»
«Evvai!» Un pugno sollevato in aria in segno di vittoria. Adora questi momenti, in cui può dimostrare al suo Maestro quanto ami impegnarsi.

stregoneria

Photo by ©Halanna Halila

Certo, alcune delle risposte erano a esclusione e altre molto intuitive ma… averle centrate è sicuramente un motivo di gioia.
«Dal nome sembra che la Teoria dei Cinque Elementi provenga dalla sapienza cinese…» deduce poi, nella speranza di ricevere maggiori dettagli. Ne ha bisogno per soddisfare la sua sete di conoscenza.
«Non ti sbagli, la stessa che ha ideato la Teoria dello Yin Yang, anche se in tempi più recenti. Infatti, i cinque agenti trovano la propria corrispondenza anche rispetto a esso. Il Legno simboleggia la crescita dello Yang; il Fuoco il massimo Yang; il Metallo è la crescita dello Ying; l’Acqua…»
«È il massimo dello Ying e la Terra, mmm, un bilanciamento? Una sorta di cuscinetto tra tutte queste fasi?»
«Hai fatto centro! Come puoi notare, ogni cosa ha una ragione e si ricollega a tutte le altre senza alcun ostacolo, nella più totale armonia.»

esoterismo

Photo by ©Rhii Photography

Il Maestro giunge le mani sul grembo, intrecciando le dita ossute, capaci di fenomeni strabilianti.
«Immagino che ci saranno tantissime altre associazioni e che l’essenza di questi Elementi sia applicabile in molti settori…?» deduce l’adepta.
«Sì, sugli organi umani, il clima, i sapori, gli Arcani Maggiori, persino con gli Archetipi! Visto che ti affascinano tanto, sarà il tuo compito scoprire quali sono nel dettaglio per il nostro prossimo incontro.» Il Maestro coglie lo sguardo sorpreso e un pizzico terrorizzato della sua adepta. E la osserva mentre arriccia il naso. Lo fa sempre quando è nervosa. «Tranquilla, potrai cercarli nei libri, non dovrai indovinarli eseguendo un rituale divinatorio!»
L’allieva scoppia a ridere e quasi cade dalla sedia.

spiritualità

Photo by ©Rhii Photography

«Ovviamente, non avevo certo creduto di dovermi affidare alla fortuna!» tenta di mascherare il sollievo che prova.
«Ovvio che no!» Il tono canzonatorio si trasforma ben presto in uno di commiato e l’adepta si imbroncia senza rendersene conto. Ama studiare sui libri, ma ascoltare la viva voce del suo Maestro è mille volte meglio. «Ora va’ e rifletti, mia cara.»
Ecco come la saluta tutte le volte, come se con quella frase potesse imporre su di lei un’energia positiva che la aiuta a interiorizzare quanto appreso.
Per quel giorno, avevano concluso, ma il loro cammino insieme era solo al principio: la strada era ancora lunga e tortuosa… ma di certo la noia non sarebbe stata sua compagna di viaggio verso l’Ascensione.

Annarita & Roberta Calaudi




27 thoughts on “I Wu Xing

  1. Come sempre i tuoi racconti riescono ad attirare la mia attenzione e non farmi smettere di leggere. Questo racconto tra il collegamento della Terra con i pianeti, gli elementi e la vita mi hanno fatto scoprire tantissime cose nuove ! Veramente complimenti come sempre !!!

  2. Grazie per aver condiviso questa storia… Mi ha completamente affascinato e coinvolto, bramavo continuamente nuovi dettagli come l’allieva descritta… E quante nuove nozioni ho imparato!

  3. Bellissimo racconto che cattura l’attenzione del lettore e lo porta all’interno di questo mondo magico facendogli vivere emozioni uniche

  4. Un racconto molto interessante, non avevo mai fatto questi collegamenti, sopratutto alla vita attuale. Ne terrò conto.

  5. Thanks for sharing with us this amazing story, and I also find it mesmerizing. It brought me to a different world.

  6. Grazie a tutte per i bellissimi commenti, è stato meraviglioso scriverlo ma altrettanto faticoso cercare di esprimere quello che forse ognuno di noi a provato all’inizio del proprio VIAGGIO. Grazie!

  7. This is so interesting. I definitely need to take my time to sit down and learn more about Wu Xing for sure.

  8. Un bellissimo racconto, che prende per mano il lettore guidandolo con delicatezza nel cuore della magia stessa attraverso la conversazione tra un maestro e la sua discepola.

  9. I tuoi articoli sono sempre superlativi questo racconto mi è piaciuto particolarmente e ci guida passo passo nel mondo della magia che a me fa sempre sognare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »