Photo by ©David Matos

In questa realtà alimentata dalla paura, dal dubbio e della menzogna diviene sempre più complesso, se non a tratti impossibile, focalizzare la propria mente. Lo stress e l’ansia, unita alla stanchezza data dal continuo abbassamento delle frequenze, oltre che l’uso eccessivo di apparecchi elettronici, favorisce l’inefficienza della capacità di concentrazione di ogni singolo individuo.
Ciò non solo influenza in modo negativo la produttività del singolo, ma ha conseguenze nefaste sull’intera società. Il cervello umano, proprio come un muscolo, può e deve essere allenato e stimolato affinché possa sviluppare le proprie funzioni, concentrazione compresa.

Photo by ©Robina Weermeijer

CONCENTRAZIONE & NUMERI

Per stimolare la concentrazione un esercizio che è possibile fare è quello di iniziare a contare alla rovescia da 100 a 1, per poi ripartire al contrario da 1 a 100. Questo è solo il primo livello di un allenamento più ampio, infatti dopo che si è presa confidenza con tale pratica è possibile ripeterlo ma questa volta sottraendo 3 numeri. ESEMPIO: Da 100 a 1 (100, 97, 94, etc..) / Da 1 a 100 (1, 4, 7, etc…).
Attraverso questi compiti insoliti si spezza la monotonia con la quale la mente interpreta la realtà, stimolandola di fatto a nuovi schemi, oltre che migliorare la capacità di attenzione.

FOCUS: COME ESERCITARE LA MENTE AD AVERLO

Altro grande ostacolo è focalizzare la propria attenzione, che si tratti per portare avanti e raggiungere un obbiettivo o trovare la giusta concentrazione per un compito, tale attività mentale è spesso accantonata a favore di una soglia di distrazione molto alta.
Un esercizio che aiuta in questo senso è concentrarsi per 1 solo minuto su uno stimolo uditivo che sia il cinguettio di un uccellino o il ticchettio dell’orologio. L’esercizio va ripetuto passando da un suono all’altro, cercando di rimanere concentrati su un solo stimolo uditivo alla volta.
Questo aiuta la mente ad imparare a non divagare, ignorare le distrazioni o i pensieri intrusivi. Presa poi confidenza con tale esercizio è possibile allungare il tempo di concentrazione da 1 minuto a 2, etc…