Site icon The Black Witch Magazine

Ekadasi e Grassi: La Dieta Perfetta!

Ekadasi and Fat: The Perfect Diet!

***

I Menù dell’Ekadasi

L’Ekadasi sono i giorni in cui i liquidi e fluidi corporei tendono a raggiungere il loro massimo, motivo per cui di solito durante gli stessi sarebbe meglio preferire una dieta disintossicante o leggera. All’interno della newsletter, nel Moon Planner offerto come freebies, sono indicati mese per mese i giorni in cui è possibile praticare tale rituale di benessere, ma quali sono i menù ideali in base alle stagioni?
Scopri gli altri articoli della rubrica Food QUI.

INVERNO

Colazione: Porridge di avena con: 50g di fiocchi di avena, 100ml di latte veg (avena, mandorla o risa senza zuccheri aggiunti), un rametto di cannella. Cuocere i fiocchi con il rametto di cannella ed il latte fino a che i fiocchi non si ammorbidiscono. Tè rooibos.
Merenda: Barretta energetica fatta in casa con datteri e mandorle (frullando 4 datteri e 50g di mandorle e mettendo le barrette in frigo).
Pranzo: Finocchio e pompelmo. Pasta e ceci.
Merenda:30g di parmigiano.
Cena: Sformato con broccoli e ricotta di solo siero di latte. Pane integrale a lievitazione naturale.

PRIMAVERA

Colazione: Yogurt greco con fragole e fiocchi di riso. Tisana di rosa canina.
Merenda: Ciliegie
Pranzo: Insalata 3 colori con spinacini, ravanelli e carote. Grano saraceno con pesto di menta e mandorle.
Merenda: 30g di pane con ricotta di solo siero di latte e 1 filo di miele.
Cena: Crostini di pane integrale a lievitazione naturale con noci. Agretti cotti con limone a crudo.

ESTATE

Colazione: Crema di riso basmati con 50g di riso, 100ml di latte di riso senza zuccheri aggiunti, un rametto di cannella. Stracuocere il riso con il rametto di cannella ed il latte fino a che non si forma quasi una crema. Mettere in frigo ed arricchire con albicocche. Acqua di cocco.
Merenda: Macedonia con anguria, melone e granella di nocciole.
Pranzo: Insalata di farro con lenticchie e pomodorini.
Merenda: Pesca con 20g di cioccolato fondente.
Cena: Sgombro al naturale con capperi. Panzanella con pane integrale a lievitazione naturale, cetrioli, pomodori e cipolla.

AUTUNNO

Colazione: Castagnaccio. Succo di mela bio al 100%.
Merenda: Pane integrale a lievitazione naturale ed olio
Pranzo: Cavolo cappuccio con semi di cumino e aceto di mele. Riso venere con zucca e noci.
Merenda: Frullato con latte vegetale senza zucchero e pera.
Cena: Vellutata di cavolfiore e patate. Fagioli e cipolla in insalata.

No alle Diete Low Fat

L’errore più grande che si può fare, all’atto di voler mangiar più leggero o in modo disintossicante, è di ridurre drasticamente i grassi. Questo in quanto quelli insaturi sono utili per i processi di dimagrimento proprio perchè agiscono sull’infiammazione che spesso è la condizione alla base del sovrappeso.

1. Saturi: si trovano nei prodotti di origine animale come uova, carne, latte e derivati, ma anche in alimenti di origine vegetale per lo più tropicali.
2. Monoinsaturi:
sono presenti soprattutto nell’olio d’oliva, detti anche Omega-9.
3. Polinsaturi:
contenuti nel pesce, nella frutta secca, nei semi di lino e di canapa e relativi oli, nell’olio di girasole e mais e anche nei semi di chia, nell’olio di borragine e di enotera. Tra questi ci sono gli acidi grassi essenziali, ovvero quelli che intervengono nel sistema immunitario nella risposta infiammatoria e influenzano il sistema cardiovascolare.
Ci sono gli Omega-3, con proprietà antinfiammatorie, e gli Omega-6, tendenzialmente pro-infiammatori se assunti in quantità eccessiva. Motivo per cui è importante assumerli entrambi con il giusto apporto.

Photo by ©Brooke Lark

Correlazione tra Grassi ed Benessere Fisico

Una sana e corretta alimentazione secondo cui non più del 7/10% delle calorie quotidiane dovrebbe derivare dagli acidi grassi, combatte, tra le altre cose, anche il processo di invecchiamento della pelle.
In virtù di questo l’apporto corretto è del 10% di grassi saturi ed il 20% di grassi insaturi. Infatti i lipidi sono alla base strutturale di tutte le membrane delle cellule che formano il corpo umano, tra cui la maggior parte del cervello e del sistema nervoso.
Una dieta che riduce drasticamente i grassi induce ad una pericolosa carenza di vitamine liposolubili, che sciolgono i grassi e li usano come veicolo, come come l’A, l’E, la K e la D. E possono peggiorare l’elasticità dei vasi sanguigni aumentando il rischio cardiovascolare.



gtag('config', 'UA-99741561-2');

Exit mobile version