Dolori Muscolari: tipologie e cause

I dolori muscolari sono un argomento che accomuna gran parte della popolazione mondiale. Casalinghe, lavoratori, anziani, etc… ogni tipologia di dolori che li affligge derivano da fattori diversi. Quali situazioni provocano tali dolori? Come distinguerli? Ma soprattutto come contrastarli? Come prendersene cura in modo adeguato? Con l’articolo di oggi tenteremo di dare risposta a tale quesiti.
Scopri gli altri articoli della rubrica Wellness qui.

Le tipologie di contrazioni

Prima di parlare dei vari tipi di dolore muscolare esistenti, associati alle varie situazioni o fasce di età, è importante capire quanti e quali tipi di contrazioni esistono:
– è concentrica quando il muscolo si accorcia e fa avvicinare i segmenti ossei cui è collegato, permettendo in questo modo il movimento;
– è isometrica quando il muscolo, pur lavorando, non si accorcia e non determina uno spostamento dei capi articolari tra loro;
– è eccentrica quando il muscolo non si accorcia né rimane della stessa lunghezza, ma addirittura si allunga.

Terza Età

L’anziano, più di tutti, è colui che lamenta dolori. Gli stessi sono per lo più indirizzati alle ossa, perchè effettivamente può esserci un problema di artrosi dovuto all’età, ma bisogna pensare che l’invecchiamento coinvolge anche l’apparato muscolare.
L’esercizio fisico sviluppa i muscoli e seppur risulta una frase fatta è una verità universale. E’ dunque importante svolgerlo perchè la scarsità dello stesso provoca la sarcopenia (indebolimento muscolare). Questo perchè, superata la precaria soglia del carico sopportabile, i dolori muscolari iniziano e permangono condizionando la vita nella Terza Età.

Casalinghe e Lavoratori

Un altro dolore tipico di cui spesso si lamentano le casalinghe è quello riferito ai reni. Questo per indicare la zona ai lati della colonna (i muscoli paravertebrali) che si infiammano a fronte di posture sbagliate. Queste sono contratture antalgiche che vanno combattute con terapie omonime e miorilassanti.
Anche chi fa l’autista di professione o passa molto tempo su un autovettura soffre di tali dolori. In questo caso la debole struttura muscolare, specie a livello addominale, non è in grado di sostenere la colonna vertebrale. Di conseguenza la stessa reagisce in una contrazione prolungata, che irrigidisce tutta la zona e causa un dolore che può essere acuto (il classico “colpo della strega”) o sordo.
Il rimedio, non farmaceutico, è semplice: un breve periodo di riposo a letto ed un potenziamento degli addominali + un allungamento dei muscoli del dorso.
Tali problematiche sono associate principalmente a persone sedentarie che non svolgono abitualmente un’attività fisica ben concepita.

Attività Fisica

Per antonomasia i dolori muscolari derivanti dall’esercizio sono forse il problema più comune. La colpa per tali dolori sono da sempre imputati all’acido lattico, tuttavia ricerche hanno dimostrato che dopo poche decine di minuti dal termine dello sforzo non c’è traccia nel sangue e nei muscoli dello stesso. Dunque chi è il colpevole di tali dolori? Gli americani lo identificano con la sigla DOMS (Delayed Onset Muscle Soreness). Letteralmente “dolore muscolare a insorgenza ritardata”.
L’esercizio fisico intenso o con l’utilizzo di sovraccarichi elevati, provoca una serie di piccoli danni che sommandosi tra loro procurano il famigerato dolore che, come detto antecedentemente, compare tardivamente.
Le cause del DOMS sono molteplici, ma non sempre sono un fenomeno negativo. Questo perchè a volte l’atleta attraverso questa risposta muscolare ha la certezza che c’è sì un minimo danno, ma finalizzato ad un successivo miglioramento della capacità prestativa in seguito.
In caso di comparsa del DOMS è consigliabile non continuare a lavorare sul gruppo muscolare in cui si è presentato tale fastidio, ma eventualmente concentrarsi su un altro. Meglio ancora concedersi del riposo.

7 thoughts on “Dolori Muscolari: tipologie e cause

  1. Sono una sportiva semplice…se non ho Doms dopo l’allenamento ci rimango quasi male! Scherzi a parte articolo molto interessante soprattutto per distinguere i dolori muscolari innocui da quelli che invece lanciano un campanello d’allarme.

  2. Articolo molto interessante, io prima soffrivo di dolori alla schiena a causa del mio lavoro, troppo tempo dietro ad un pc, ma ho risolto con la palestra.

  3. Io sono vittima molto spesso dei dolori derivanti dall’errata postura nel posto di lavoro. Non sono una gran sportiva, in compenso passo almeno 8 ore seduta in ufficio alla mia scrivania ogni giorno… Lascio immaginare l’effetto.
    Riposo e stretching al momento stanno un filo aiutando, spero basti.

  4. Un ottimo articolo, in effetti questi dolori sono tipici di alcune categorie, non ci avevo mai fatto caso. IO sto molto al pc, quindi… povera schiena piegata!!

  5. A me vengono spesso i dolori muscolari dopo un lungo periodo di inattività fisica, se non vado in palestra più di 2 settimane i muscoli iniziano a far casino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »