Me, Myself & I

Dear Diary… October 2017

Cari Witchy,
il mio Ottobre è stato una montagna russa di emozioni! Quei mesi in cui ti aspetti tanto e poi inizio mosci e fiochi, solo per poi impennarsi senza avvisarti e trascinarti in un turbinio di soddisfazioni che non avevi messo in conto.
Non so se è meglio o se è peggio, se questo mi abbia favorito o mi abbia illuso, certamente tra momenti in cui mi chiedevo se stavo facendo la cosa giusta ed altri in cui mi sentivo allo sbaraglio in preda alla disperazione, ho capito che infine la scelta migliore è rimar fermi sulle proprie convinzioni ed andar avanti.

Quando si parlata di “libertà perduta” non la considero come qualcosa che mi è stato negato, ma forse è meglio dire che io mi sono negata. Troppo spesso in passato mi sono frenata per motivi che oggi non riesco nemmeno a ricordare e che forse tante cose avrebbe fatto andar in modo diverso, certo è che senza quegli errori oggi non sarei qui ed oggi quella libertà non la stringerei tra le dita.
I segnali che poi la vita ci da sono sempre ed inevitabilmente confusi, sarebbe bello se si presentasse a noi con un bel libretto d’istruzioni che ci spiega nel dettaglio come affrontarli, ma poi in effetti il non saperlo fare è la chiave del puzzle! Io ho avuto solo segnali negativi che ho letto come punizioni divine o del karma, per poi capire che invece erano prove che mi hanno reso non solo più forte, ma soprattutto più consapevole. E’ giusto dire dunque che a prescindere dalla loro natura, negativa o positiva, vanno sempre seguiti…

Ad oggi se mi guardo indietro non mi riconosco in ciò che un tempo ero, tuttavia non lo rinnego perché anch’esso fa parte del mio bagaglio di esperienze che mi porto dietro e che mi aiuta a comprendere meglio chi sono e cosa voglio. Un esempio divertente di questo viene dal fatto che proprio il mese scorso ho iniziato il rewatch della serie tv “West Wing” una delle mie preferite in assoluto al pari di capolavori come “Lost” eppure rivederla mi ha confuso… Avevo un ricordo ben preciso di molte putate o di frasi che mi avevano colpito eppure ad oggi mi sembrano siano diverse. Non peggiori. Diverse ed anzi migliori. Questo per dire come il mio crescere e cambiare mi faccia rivivere il passato in modo totalmente nuova… queste sono puntate di una serie tv e chissà se si potesse fare lo stesso con il passato… sicuramente molti eventi ad oggi ci apparirebbero diversi di come li ricordiamo…

Samhain è arrivato è passato e mai come quest’anno nel suo lento e silenzioso scorrere mi ha ricordato di come il ciclo vecchio è chiuso e sepolto e di come ora sia tempo di fare spazio totalmente e completamente al nuovo.

Un anno che personalmente ha segnato una svolta epocale nel mio modo di essere, pensare, agire e rapportarmi senza però cambiarmi nel senso negativo del termine, quanto più facendomi evolvere in qualcosa di nuovo.

Novembre è un mese di passaggio, l’ho sempre considerato tale. Forse per via della sua assonanza con i defunti, con il grigiore della giornata ed il freddo pungente che bussa alla finestra, ma… indubbiamente non è un modo errato di leggerlo… un sentiero da percorrere… un passaggio appunto tra ciò che abbiano iniziato e la nuova meta che vogliamo raggiungere…

La foto del mese è indubbiamente questa che ho scattato al tramonto… sono stati due o tre giorni in cui ogni sera il cielo si colorava di queste tinte calde e romantiche da togliere il fiato…

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *