Beauty & Fashion

Blush



🇮🇹Cos’è?
E’ un colore per guance che serve a rompere la monotonia del tono generale del viso e creare zone di chiaroscuro.
🇬🇧What’s this?
It’s a color for cheeks that serves to break the monotony of the general tone of the face and create areas of chiaroscuro.




🇮🇹Com’è?
I fard cremosi a volte sono stemperati a caldo ed emulsionati con coloranti, a volte si tratta di coloranti incorporati a caldo in una miscela di grassi ed olii fusa e poi raffreddata lentamente. I fard in polvere sono molto simili, nella composizione, ad un ombretto poiché sono formati da una base di cipria, mescolata con coloranti e profumi; attraverso dei processi meccanici di setacciatura, separazione, micronizzazione e pressatura, danno il prodotto compatto che rimane tale grazie ad alcune sostanze leganti.
🇬🇧As?
The creamy blushes are sometimes hot-melted and emulsified with dyes, sometimes they are hot-built dyes in a mixture of fats and oils melted and then slowly cooled. Powdered blushes are very similar, in the composition, to an eye shadow since they are made up of a base of powder, mixed with dyes and perfumes; through the mechanical processes of sieving, separation, micronization and pressing, they give the compact product that remains so thanks to some binding substances.




🇮🇹Come si usa
Perché il fard non faccia “macchia” va passato sugli zigomi e sulle tempie un leggero velo di cipria, tamponando con un piumino di velluto, la superficie interessata. A questo punto va applicato con un largo pannello di vajo, con movimento rotatori piccoli e veloci, dall’alto (tempia), verso il basso (zigomo). Va ricordato che i fard madreperlati possono essere usati da tutte coloro che hanno un viso magro, con evidenti sporgenze zigomali e una costruzione facciale impostata sui volumi concavi mentre quelli opachi sono indicati per tutti, ma soprattutto, per coloro che hanno guance paffute e zone facciali caratterizzate da volumi convessi.
🇬🇧How to use
Because the blush does not “stain” should be passed on the cheekbones and temples a light veil of powder, dabbing with a velvet quilt, the affected area. At this point it should be applied with a large panel of vajo, with small and fast rotary movement, from the top (temple), downwards (cheekbone). It should be remembered that pearly blushes can be used by all those who have a thin face, with obvious zygomatic protrusions and a facial construction set on the concave volumes while the opaque ones are suitable for everyone, but above all, for those who have plump cheeks and facial areas characterized by convex volumes.





🇮🇹I consigliati 🇬🇧Suggested

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *