Food & Drink,  Travel & Photography

8° Edizione Taste of Milano

Ieri si è concluso il “Taste of Milano” il grande festival degli chef che ha dato il via alla “Milano Week & Food” che si concluderà l’11 Maggio.

Come l’anno scorso sono stata presente, ma a differenza dell’anno passato sono qui a condividere con voi la mia esperienza che per chi ama l’enogastronomia come me è assolutamente da provare!

Anche quest’anno ho optato per parteciparvi con il biglietto VIP che oltre l’ingresso all’evento mi ha dato l’accesso illimitato al VIP Lounge, un calice di Franciacorta, un’ostrica, un calice di 10 Luppoli Poretti, una bottiglietta d’acqua Ferrarelle, un caffè Illy, un’aperitivo Villa Massa, un buono sconto di 5 € su IBS e ultimo, ma non meno importate, una card pre caricata da 25 ducati. Il tutto per 55 €.

Ma partiamo per gradi. Innanzitutto che cos’è il “Taste of Milano”?
E’ un evento ove i migliori chef e ristoranti di Milano mettono a nudo il loro percorso e la loro filosofia di cucina proponendo quattro piatti simbolo che sono acquistabili pressi i loro stand. Lì non solo potrete assaggiare pietanze gourmet, e a tratti stellate, ma anche incontrare i grandi chef che li hanno ideati.
In tutto 20 ristoranti divisi 10 giovedì e venerdì e 10 sabato e domenica. Quelli da me incontrati ieri sono stati:
Wicky’s
Unico
Rubacuori by Venissa
Innocenti Evasioni
Ristorante Berton
Acanto – Hotel Principe di Savoia
Il Ristorante Trussardi Alla Scala
La Locanda del Notaio
Ada & Augusto
Il Liberty

In quattro giorni 80 piatti da poter scegliere e poter acquistare grazie alla Card Ducati, sì perchè al festival non circolano euro.
1 Ducato = 1 €
Andate allo stand che preferite e pagate con la vostra tessera pre caricata, io avevo 25 Ducati da spendere come volevo e con solo 10 € in più mi sono regalata due squisitezze per finire con dolcezza, ma andiamo con ordine.

Escluso il gentile antipasto offerto dall’ingresso VIP, ostrica + calice Franciacorta, per gradi io e mia mamma ci siamo costruite un vero e proprio menù ad hoc.

ANTIPASTO
Sandwich al salmone, Bloody Mary e mascarpone (Innocenti Evasioni) + Polpo al Bonardarda e cime di rapa piccanti (Unico).

PRIMO
Cappelletti “Ferraresi”, Salsa al Grana Padano e tartufo estivo in gocce (Il Liberty) + Raviolo ripieno di guancia di vitello con crema di piselli, menta e salmoriglio rosso (Acanto – Hotel Principe di Savoia).

SECONDO
Tataki di manzo alla pigna (Ada & Augusto) + “Manzo all’olio”, coste alla liquirizia e cipolla dolce (Il Liberty).

Tutto questo grazie ai 25 Ducati precaricati di cui ci ha dato diritto il biglietto VIP. Poi con 10 € che sia io e lei ci siamo caricati in aggiunta (che equivalgono a 10 Ducati) ci siamo regalate:

DOLCE
Namelaka al cioccolato bianco e tè matcha, sbrisolona alle mandorle e zafferano, chips di riso e gel allo yuzu (Il Libery) + “Il mio tiramisù” (Ada & Augusto).

GELATO
Un cono medio da “Amorino” al gusto limone verde e basilico, amarena e caramello salato per mia mamma ed io limone verde e basilico, amarena e vaniglia.

 

Il “Taste of Milano” non si ferma qui perchè oltre a darvi la possibilità di incontrare grandi chef e mangiare le loro creazioni potete deliziarvi con tantissime attività quali showcooking, masterclass di cucina e tantissimi altri programmi tra cui quello scelto da noi quest’anno il “Blind Tasting”. Il tema era “Metti un pomeriggio a Mondello”.
Bendati e seguiti dal Masterchef Stefano Callegaro siamo stati guidati alla scoperta di ingredienti tramite esclusivamente i sensi dell’olfatto e il gusto. Siamo stati spinti a riconoscerli e successivamente a capire che piatto insieme formassero… cos’era? La panzanella! Una squisitezza siciliana che una volta sbendati ci hanno portato da poter gustare a tutto tondo!

Ma la nostra esperienza non poteva non finire in bellezza e seppur non abbiamo partecipato alla masterclass di cucina dello chef Andrea Berton vi abbiamo assistito avendo poi anche la fortuna, da parte dei due degli allievi più bravi decretati dallo chef, di assaggiare il piatto che insieme allo stesso avevano cucinato: capesante cotte su invidia riccia all’acato balsamico con coralli crudi marinati e polvere di liquirizia!

Quattro ore di evento che per chi ama la buona cucina e ha voglia di conoscere e acculturarsi sul tema volano veloci come il vento portandosi via anche questa edizione del “Taste of Milano” e facendomi contare i giorni in attesa dell’anno prossimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.